Bericht

Nessuna via d’usicta: i migranti e i rifugiati intrappolati in Libia sono vittime di crimini contro l’umanità

European Center for Constitutional and Human Rights (ECCHR),
Lawyers for Justice in Libya (LFJL),
Federation Internationale de Ligues des Droits de l’Homme (FIDH)
Bericht
2021

Da oltre un decennio, la situazione di migranti, rifugiati e richiedenti asilo in Libia è peggiorata così tanto da sconvolgere le coscienze a livello mondiale. Quando il Paese è precipitato nel conflitto e nel caos, dopo lo scoppio della rivolta del 2011, migranti e rifugiati hanno subito alcune delle peggiori atrocità per mano di attori statali e non statali. Il presente rapporto sostiene, in primo luogo, che tali atrocità possono costituire crimini contro l’umanità e, come tali, dovrebbero essere oggetto di indagine e perseguiti dalla Corte Penale Internazionale (CPI). In secondo luogo, pone degli interrogativi sul ruolo dell’Unione Europea (UE) e dei suoi Stati membri nel facilitare tali crimini.

PDF DOWNLOAD

Publikationen

Discover our Living Open Archive